Vania Chiurlotto, da corpo femminile a corpo di donna

Il corpo femminile è luogo molto frequentato – come si sa – nella tradizione figurativa occidentale. Corpo femminile che sta per altro e per l’altro, in ogni caso fuori di sé.

Pina Nuzzo ha attraversato concettualmente questa tradizione; si è rifatta ai simboli arcaici e archetipici nella loro ieratica potenza; ha riconosciuto esplicitamente chi l’ha preceduta nella ricerca di uno scarto – Valadon, Raphaél , ma anche Savinio.

Tale percorso non ha per Pina Nuzzo il valore di una citazione o di un omaggio, ma di un passaggio. Si tratta di trovare il senso per sé di un corpo femminile che per successive necessità giunge alla propria individuazione: pittorica, non biografica.

Evidenza di un segno che si dichiara come tale – si guardi “appassionata”-, di una gamma coloristica, di una composizione chiusa in uno spazio-tempo misurato e definito.

Da Corpo Femminile a corpo di donna.

Vania Chiurlotto

Roma, 2000

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: